Come funzionano le scommesse ippiche

Se ti stai chiedendo come funzionano le scommesse sui cavalli, o qual è il significato delle quote principali giocate sui bookmakers, sei nel posto giusto perché oggi vedremo come funzionano le scommesse ippiche e il vero significato delle quote ippiche.

Qui di seguito infatti, troverai un glossario quote cavalli con tutte le informazioni utili per comprendere a pieno il funzionamento di queste gare.

Scommesse ippiche trotto e galoppo: come funzionano

Principalmente esistono due tipologie di corse nelle scommesse sui cavalli: il trotto e il galoppo. Il paragrafo che segue ti aiuterà a capire bene le differenze tra le due e ti aiuterà ad aumentare la possibilità delle tue giocate.

  • TROTTO: il cavallo tiene un’andatura intermedia – tra passo e galoppo – e il fantino, o driver, non monta sul cavallo ma sul calesse, o sulky.
  • GALOPPO: il fantino monta direttamente sul cavallo e l’andatura è più sostenuta.

Oltre al diverso tipo di corsa, per capire le scommesse ippiche, è importante conoscere la differenza tra: Ippica Totalizzatore, Ippica a Quota Fissa e Ippica Nazionale. Elementi fondamentali che determinano il montepremi, la quota e soprattutto la probabile vincita. Vediamoli assieme.

Glossario quote ippica

Conoscere il glossario quote ippica sicuramente è il primo passo per approcciare al meglio in questo mondo. Qui di seguito troverai un elenco dettagliato delle possibili tipologie di giocate che i vari bookmakers propongono a seconda del tipo di gara.

  • Ippica a quota fissa: quando si parla di scommessa ippica a quota fissa si intende che giocatore e banco si accordino sulla quota al momento della giocata e dunque, l’eventuale vincita qualora il pronostico si rivelasse esatto. In seguito la quota può anche modificarsi ma tali modifiche non condizioneranno le scommesse effettuate fino a quel momento;
  • Vincente: bisogna pronosticare il cavallo che arriverà primo al traguardo o il cavallo che vincerà la gara;
  • Piazzato: bisogna pronosticare il piazzamento del cavallo prescelto al termine della corsa. Nelle corse con più di sette partecipanti il cavallo deve piazzarsi primo, secondo o terzo; nelle corse con meno di 8 ma con un minimo di 4 partenti,  deve classificarsi primo o secondo;
  • Ippica nazionale: questo tipo di scommesse sono nate per permettere l’accettazione di alcune scommesse ippiche anche nella nelle tradizionali ricevitorie. Le corse dell’ippica nazionale sono identificate con il numero della corsa scritto in neretto. Non si possono fare giocate sul piazzato;
  • Accoppiata: bisogna pronosticare i 2 cavalli che si piazzeranno nelle prime 2 posizioni dell’ordine di arrivo;
  • Tris: bisogna indicare i cavalli che si classificheranno al primo, secondo e terzo posto dell’ordine di arrivo. Il tris può essere a Girare, con uno o due piazzati, con uno o due vincenti.
  • Quartè: consiste nel pronosticare i primi quattro cavalli nell’esatto ordine di arrivo della corsa.
  • Ippica totalizzatore: quando si parla di scommesse ippica totalizzatore si fa riferimento ad un tipo di giocata per cui tutti gli importi versati per ciascuna tipologia da tutti gli scommettitori, convergono in un unico montante. Il valore del montante, sottratto il prelievo a favore dell’erario diventa il Montepremi della corsa, che viene successivamente suddiviso tra tutte le unità di scommessa vincenti.

Qui di seguito i puoi trovare i principali bookmaker dove è possibile piazzare scommesse sui cavalli. Ti ricordiamo che è molto importante non depositare i tuoi soldi su qualsiasi sito, ma di affidarti solo a professionisti del settore come Bet365, William Hill, Snai o Betway Italia. Si tratta di siti completamente legali, affidabili e trasparenti.

Vogliamo sapere cosa ne pensi!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.