Autorizzazione a montare

Serve una patente per andare a cavallo?

Nota anche come patente o brevetto, l’autorizzazione a montare è un certificato attestante il livello raggiunto da un cavaliere, disciplinante la sua partecipazione ai concorsi di equitazione. In Italia le patenti sono riconosciute dal CONI, e vengono rilasciate dalla FISE attraverso i circoli affiliati.

Tipologie di autorizzazioni per montare a cavallo.

A seconda delle abilità che attestano e, per alcune, dei passi necessari per acquisirle, le patenti rilasciate dalla FISE si suddividono in:

  • Non agonistiche: non permettono l’accesso all’attività agonistica e sono nella maggior parte dei casi assimilabili ad una assicurazione; per ottenerle è sufficiente farne richiesta.
    – A, per l’attività ludica e a seconda dell’età del cavaliere, del tipo di cavallo e del tempo trascorso dal primo rilascio, permette di partecipare ad alcune competizioni.
    – A/at (A Attacchi), per le seguenti attività legate agli attacchi: concorsi di eleganza, di attacchi di tradizione, sfilate, raduni, prova per cavalli da tiro pesante.
    – A/R (A riabilitazione equestre), per svolgere riabilitazione equestre.
    – Promozionale, per manifestazioni promozionali autorizzate dalla FISE e iniziative sportive organizzate dalle scuole.
    – Promocavallo, per manifestazioni promozionali o iniziative sociali per la promozione degli sport equestri e per iniziative sportive organizzate dalle scuole.
    – Temporanea, per il turismo equestre o attività ludica (validità temporanea)
    – Equiturismo, per il turismo equestre o attività ludica
  • Discipline Olimpiche, permettono l’accesso all’attività agonistica legata alle discipline olimpiche; per ottenerle è necessario superare un esame consistente in 3 prove (dressage, salto ostacoli e colloquio teorico)
    – B, permette l’accesso ad alcune gare con alcune limitazioni sull’età e il tipo di cavallo
    – B/DR (brevetto B dressage), alternativo al semplice brevetto B, limita l’esame e l’attività al solo campo del dressage
    – G1 (primo grado), si ottiene tramite qualifiche e permette l’attività agonistica a livello nazionale e internazionale
    – G1/DR (primo grado dressage), si ottiene tramite qualifiche conseguite nelle gare di dressage e permette l’attività agonistica a livello nazionale e internazionale
    – G2 (secondo grado salto ostacoli), si ottiene tramite qualifiche e permette l’attività agonistica a livello internazionale nel salto ostacoli e con alcune limitazioni anche nel dressage e nel completo
    – G2/DR (secondo grado dressage), si ottiene tramite qualifiche conseguite nelle gare di dressage e permette l’attività agonistica a livello internazionale
    G2/CCE (secondo grado completo), si ottiene tramite qualifiche e permette l’attività agonistica a livello internazionale nel completo e con alcune limitazioni anche nel dressage e nel salto ostacoli
    – G2/QC (secondo grado completo qualificato), non è una patente ma una qualifica per partecipare ad ulteriori gare di completo
  • Discipline non olimpiche, per ottenere il brevetto si sostiene un esame simile a quello per avere la B, ma limitato alla attività scelta
    – B/V (brevetto B volteggio), per la sola attività del volteggio
    – B/A (brevetto B attacchi), per la sola attività degli attacchi
    – B/HB (brevetto B HorseBall), per la sola attività del HorseBall
    – B/P (brevetto B Polo), per la sola attività del Polo
    – G1/A (primo grado attacchi), si ottiene tramite qualifiche o anche attraverso la frequenza di un corso con esame finale
    – G2/A (secondo grado attacchi), si ottiene tramite qualifiche e permette di partecipare a gare internazionali
  • Equitazione di campagna
    – B/E (brevetto B endurance), per la sola attività dell’endurance
    – B/C (brevetto B cross), per la sola attività del cross
    – B/ML (brevetto B monta da lavoro), per la sola attività di monta da lavoro
    – G1/E (primo grado endurance), si ottiene tramite qualifiche conseguite nelle gare di endurance e permette l’attività agonistica a livello superiore
    – B/AC (brevetto B avviamento alla campagna), per endurance debuttanti, monta da lavoro e attività ludica
  • Equitazione americana
    – B/W (brevetto B equitazione americana), per gare di Performance, Team Penning, Novice Rider 2 mani, Novice Young Rider e Novice Rider, di Ranch e Team Roping.
    – B/WR (brevetto B equitazione americana Reining), per la sola attività del reining
    – B/WBP (brevetto B equitazione americana Barrel Racing e Pole Bending), per partecipare a tutte la categorie N.B.H.A.I FISE, tranne le categorie novice
    – B/WTP (brevetto B equitazione americana Team Penning), dal 2006
    – B/WRP (brevetto B equitazione americana Ranch e Team Roping), dal 2006
    – B/WP (brevetto B equitazione americana Performance), dal 2006
Logo FISE

Logo FISE

 

Nel salto ad ostacoli, per quanto concerne i regolamenti internazionali, ai cavalieri è richiesta una competenza che le federazioni certificano con il rilascio di patenti che attestino il grado di preparazione dell’atleta:

  • Livello A (detto anche Patente ludica). Questa autorizzazione consente di partecipare ai primi concorsi in categorie non agonistiche di limitata difficoltà.
  • Livello B (detto anche Brevetto olimpico). Consente di partecipare a gare da 80 ai 115 cm. Sono necessari 6 mesi dalla prima iscrizione, visita di medicina sportiva per abilitazione agonistica.
  • Patente di 1º grado. Qualifica semi-professionistica che consente di affrontare percorsi più complessi e un’altezza massima di 135 cm. Si raggiunge accumulando un punteggio attraverso i percorsi effettuati, con vari requisiti e specificazioni.
  • Patente di 2º grado (detto anche Patente agonistica). Qualifica professionistica di agonismo ad alto livello.
Vogliamo sapere cosa ne pensi!